Qualcosa di me

Content Creator, Giornalista e Interior Designer

Scelgo di presentarmi così, con l’estratto di un testo scritto qualche tempo fa. Perché niente è in grado di descrivermi come la scrittura.

[…] “Crescendo si inizia a ricercare il benessere nelle cose più complesse: un lavoro, una famiglia, una casa. Si desidera di più e spesso non ci si accontenta. Quanto questo sia giusto o sbagliato io non lo so. Il mio nonno, per esempio, per me desiderava il meglio. Non avrebbe voluto vedermi accontentare delle cose.

“Punta in alto, Giada”, così avrebbe detto.
“Insegui sempre i tuoi sogni ed impegnati.”

Sono quegli insegnamenti che non dimentichi ed ai quali pensi solo crescendo.” […]

PER APPROFONDIRE

Nel 2015 sono riuscita a raggiungere quello che per me è stato un enorme traguardo: diventare giornalista pubblicista. Seppur divisa tra la passione per la scrittura e quella per l’arredamento, vedevo nel giornalismo la realizzazione di un sogno. Utilizzare la mia valvola di sfogo, la mia passione, per comunicare al mondo fatti, problemi e storie mi riempiva di soddisfazione. Il giornalismo mi ha portata alla stesura di due articoli ai quali sono molto affezionata. Chi fosse interessato, li può trovare qui e qui.

La vita poi prosegue, s’insinuano perplessità dubbi e timori che, troppo spesso, ti frenano. La mia esperienza lavorativa nel settore del giornalismo, all’epoca, non mi garantiva un’indipendenza economica. Così, nel 2018, dopo essermi laureata in Design Industriale, ho iniziato a lavorare in questo settore. Il lavoro e la mancanza di tempo, purtroppo, mi hanno portata ad un progressivo allontanamento dalla professione di giornalista.

Mi sono allontanata dal giornalismo, sì, ma non dalla scrittura. Perché scrivere fa parte di me. Perché mi permette di mettere ordine laddove c’è solo confusione. Grazie alla scrittura posso comunicare, anche quando le parole o i gesti non ne sono in grado.

Per questi motivi, per l’incoraggiamento delle persone che amo e per il desiderio di avere di più, ho deciso di rimettermi in gioco, con la speranza che le mie parole possano arrivare anche solo a qualcuno.


Sono anche su Linkedin, clicca qui!


LETTURE RECENTI

  • Nonno

    Quando ero piccola per essere felice mi bastava il cortile dei nonni. Giocare con le racchette da tennis insieme al mio nonno, per me, era quanto di meglio potessi desiderare. Leggere un libro seduta accanto a lui, mentre gli altri bambini correvano con le bici… una pacchia! Il mio nonno mi osservava pensando sì, che […]

  • Una comune storia di vita

    Questa non è la storia di “qualcuno”.Questa è la mia storia, ma è anche la tua.Questa è la nostra storia. Quando vivi ogni giorno sopraffatto dalla monotonia, senti il tempo sfuggirti tra le mani. Un giorno ti svegli, vivi a casa con mamma e papà e il tuo unico pensiero è cercare di tenerti un […]

  • Una storia per me: una penna come voce

    É arrivato di nuovo quel periodo in cui inizio a sentire la tua forte nostalgia. Tu, che da tutta la vita sei la mia valvola di sfogo, la mia spalla, la custode di tutti i miei segreti e le mie paure più intime. Tu che mi aiuti tradurre in parole l’immenso casino che troppo spessopadroneggia […]

  • Alessandria e i suoi artisti di strada

    Scrivere questo articolo non è stato solo istruttivo, è stato divertente. Perché divertente è l’arte di strada. Quel talento che scopri tra le vie delle città. Quel contatto vivo e vero con un pubblico di spettatori che si riempie di meraviglia. Un tuffo nell’arte di strada è un tuffo nella magia.

  • Un giorno da disabile ad Alessandria

    Da questo articolo ho appreso molto. Ho imparato che occorre mettersi nei panni dell’altro più frequentemente. Ho imparato che problematiche per i tanti banali, agli occhi di pochi sono ostacoli difficilmente superabili. Ho imparato che il coraggio e la forza d’animo sono le armi migliori per sopravvivere in questo mondo.

Per rimanere aggiornato sui nuovi contenuti, inserisci il tuo indirizzo email qui di seguito!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: