Qualcosa di me

Content Creator, Giornalista e Interior Designer

Scelgo di presentarmi così, con l’estratto di un testo scritto qualche tempo fa. Perché niente è in grado di descrivermi come la scrittura.

[…] “Crescendo si inizia a ricercare il benessere nelle cose più complesse: un lavoro, una famiglia, una casa. Si desidera di più e spesso non ci si accontenta. Quanto questo sia giusto o sbagliato io non lo so. Il mio nonno, per esempio, per me desiderava il meglio. Non avrebbe voluto vedermi accontentare delle cose.

“Punta in alto, Giada”, così avrebbe detto.
“Insegui sempre i tuoi sogni ed impegnati.”

Sono quegli insegnamenti che non dimentichi ed ai quali pensi solo crescendo.” […]

PER APPROFONDIRE

Nel 2015 sono riuscita a raggiungere quello che per me è stato un enorme traguardo: diventare giornalista pubblicista. Seppur divisa tra la passione per la scrittura e quella per l’arredamento, vedevo nel giornalismo la realizzazione di un sogno. Utilizzare la mia valvola di sfogo, la mia passione, per comunicare al mondo fatti, problemi e storie mi riempiva di soddisfazione. Il giornalismo mi ha portata alla stesura di due articoli ai quali sono molto affezionata. Chi fosse interessato, li può trovare qui e qui.

La vita poi prosegue, s’insinuano perplessità dubbi e timori che, troppo spesso, ti frenano. La mia esperienza lavorativa nel settore del giornalismo, all’epoca, non mi garantiva un’indipendenza economica. Così, nel 2018, dopo essermi laureata in Design Industriale, ho iniziato a lavorare in questo settore. Il lavoro e la mancanza di tempo, purtroppo, mi hanno portata ad un progressivo allontanamento dalla professione di giornalista.

Mi sono allontanata dal giornalismo, sì, ma non dalla scrittura. Perché scrivere fa parte di me. Perché mi permette di mettere ordine laddove c’è solo confusione. Grazie alla scrittura posso comunicare, anche quando le parole o i gesti non ne sono in grado.

Per questi motivi, per l’incoraggiamento delle persone che amo e per il desiderio di avere di più, ho deciso di rimettermi in gioco, con la speranza che le mie parole possano arrivare anche solo a qualcuno.


Sono anche su Linkedin, clicca qui!


LETTURE RECENTI

  • Un piccolo gesto per qualcuno

    Ho visto un signore gettare un fazzoletto dal finestrino. Quando ero piccola mi sentivo in colpa a buttare qualcosa per terra. Le mie tasche erano sempre piene di carte e fazzoletti, per la gioia di mia madre. Crescendo non sono cambiata, anzi. L’unica differenza è che adesso, se non trovo un cestino, oltre alle tasche […]

  • “Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza.”

    Versi 119-120 , Canto XXVI dell’Inferno, Divina Commedia (Dante Alighieri) Queste sono le parole che Ulisse, nella Divina Commedia, rivolge ai suoi compagni. Scopo di questi versi è quello di sottolineare la natura umana dell’uomo, ovvero quella di migliorarsi sempre, di conoscere e imparare ogni giorno. Una vita spesa all’insegna della conoscenza. Una vita che […]

  • “Ma se capirai, se li cercherai fino in fondo, se non sono gigli son pur sempre figli, vittime di questo mondo.”

    Queste sono le parole di Fabrizio De Andrè ne “La città vecchia“, una canzone del 1965. In quell’anno e con quelle parole, De Andrè faceva riferimento agli emarginati dalla società, considerandoli, nei versi finali, “vittime di questo mondo“. Dal 1965 ad oggi qualcosa è cambiato. La tecnologia ha fatto enormi passi avanti. Le abitudini e […]

  • AnnaDea

    Qualche tempo fa ho conosciuto una signora anziana, il suo nome era AnnaDea. Quando incontri qualcuno per la prima volta non puoi sapere quanto ti rimarrà impressa nella mente quella persona. Eppure, inaspettatamente, per me è stato così. Non ho un ricordo chiaro e limpido delle conversazioni con lei, purtroppo con gli anni l’immagine di […]

Per rimanere aggiornato sui nuovi contenuti, inserisci il tuo indirizzo email qui di seguito!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: