L’importanza di una risata


Sono le 10:45 di una mattina di marzo che si è scordata l’avvicinarsi della primavera. Il cielo è grigio e tutta la città appare così fredda e triste che la nostalgia del letto caldo si sente sempre più forte. Davanti alla farmacia, una decina di persone attende il proprio turno per entrare, scambiare due chiacchiere e dedicarsi a quegli acquisti che tutti noi eviteremmo felicemente. In questo contesto, così triste, freddo, grigio e cupo, all’improvviso, un bimbo di circa quattro anni regala un momento di svago e divertimento. E lo fa così inconsapevolmente, che il solo fatto che per lui non ci fosse nulla di strano, ha reso la scena ancora più divertente.

Mentre la mamma gli teneva la manina accompagnandolo fuori dal portone di casa, il piccoletto, con la foga di chi proprio deve assolutamente fare una cosa, ha abbassato la lampo dei jeans, ha mirato il tombino e, col facciotto tutto soddisfatto, ha iniziato a fare pipì.

Lì, per strada, a un passo dalla farmacia e dalle persone. Lì, immerso nel grigiore, nella cupezza e nel freddo. Lì, accanto alla mamma imbarazzata e divertita al tempo stesso.

Ed è bello che per quella manciata di secondi siano stati dimenticati il grigiore e il cupore della giornata. La monotonia, il freddo, i doveri e le preoccupazioni. Perché quel gesto, così inconsapevole ed ingenuo, ha regalato una risata. E una risata, qualcunque sia la fonte, dona una sensazione di benessere e pace, che nessun’altra medicina della farmacia è in grado di dare.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: