AnnaDea


Qualche tempo fa ho conosciuto una signora anziana, il suo nome era AnnaDea.

Quando incontri qualcuno per la prima volta non puoi sapere quanto ti rimarrà impressa nella mente quella persona. Eppure, inaspettatamente, per me è stato così. Non ho un ricordo chiaro e limpido delle conversazioni con lei, purtroppo con gli anni l’immagine di quella serata è andato ad affievolirsi. Non posso dimenticare, però, la passione e la nostalgia percepite nelle parole di AnnaDea.

Non so molto di questa signora, la mia conoscenza si è limitata a quella serata. Quando l’ho conosciuta, AnnaDea era già abbastanza anziana, la sua mente perdeva a tratti lucidità e la sua memoria recente vacillava un po’. Ma i ricordi dei suoi tempi d’oro, quelli, erano vivi, chiari, precisi. L’amore per il teatro, nonostante i molti anni passati, era indelebilmente impresso nella sua memoria e nel suo cuore. I suoi occhi, vitrei per l’età, quando mi raccontava del palcoscenico s’illuminavano e si riempivano di colori vivaci, ricchi, vivi.

AnnaDea oggi non c’è più.

L’anno scorso mi è stata regalata un’orchidea con i fiori ricchi di sfumature di viola e di rosa. Ho l’abitudine di dare un nome alle piante e senza un motivo apparente, quando l’ho vista ho pensato “AnnaDea”. Alla mia mente in quel momento è venuta in mente lei. Saranno stati i suoi affascinanti colori, la regalità dei suoi fiori, o l’eleganza di tutto il suo aspetto, ma in quel momento mi sono ricordata di AnnaDea, la signora conosciuta quasi per caso una sera e che mi ha conquistata con i ricordi del suo tempo passato.

La mia orchidea, purtroppo, con il tempo ha perso la sua vivacità e i fiori hanno iniziato ad appassire. Le cure e la dedizione non erano più sufficienti, AnnaDea aveva bisogno di altro. Aveva bisogno di un posto più adatto a lei.

È stato solo quando l’ho spostata dove potesse irradiarsi di luce che ha iniziato a migliorare, anche se la ripresa è stata lunga.

Con il tempo, la pazienza e l’affetto, sono sbocciati degli splendidi fiori e sono tornati quegli affascinanti colori, quell’eleganza e quella regalità che tanto mi avevano conquistata all’inizio.

E, in qualche modo, è tornata anche la luce di AnnaDea, la signora anziana che s’illuminava parlando del teatro.


2 risposte a “AnnaDea”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: